was successfully added to your cart.

“Advocacy for Woman and Children in Camerun”: Faenza Industrie Grafiche stampa un volume per UNICEF

DSC_3614

Faenza Industrie Grafiche, azienda parte di Faenza Group, ha avuto il piacere e l’onore di collaborare alla realizzazione del libro “Advocacy for woman and Children in Camerun“, un documentario dello stato di fatto delle condizioni di vita nel grande paese africano. Abbiamo intervistato Eric Guglielmi, il curatore del libro, che ci ha raccontato da dove nasce il progetto e quali fossero i suoi obiettivi.

Ciao Eric, presentati ai nostri lettori!

Il mio nome è Eric Guglielmi, 44 anni, sono francese figlio di immigrati italiani. Di mestiere faccio il fotografo e sono fondatore della casa editrice Gang, che si occupa della produzione e realizzazione di lavori per clienti terzi. Padre di due figli, sono uno dei rappresentanti della Galerie Maubert a Parigi. Nella mia carriera ho partecipato a circa 200 lavori sulle belle arti, dedicati principalmente a libri a tema fotografico. Il mio lavoro è orientato alle tracce lasciate dalla globalizzazione, che è un lavoro di documentazione e studio della memoria universale lasciata dagli uomini della mia epoca.

Perché le Nazioni Unite?

Nel marzo 2014 l’UNICEF mi ha lasciato carta bianca per creare un libro che documentasse i problemi dei bambini in Camerun. Una sorta di manifesto per un mondo migliore, per sostenere uno scritto che documenti la verità di questa nazione, una difficile realtà sociale.

Per cinque settimane ho viaggiato da Nord a Sud, da Est a Ovest del Camerun per incontrare donne, uomini e bambini. La globalizzazione e altri fattori macro-economici del nostro mondo hanno colpito duramente alcune popolazioni, mentre il Camerun è un paese che sta  crescendo ad alta velocità, ma a quale prezzo?

Durante questo lavoro fotografico ho provato ad evitare tutte le emozioni come colpa e miseria ma anche i miei giudizi personali. Questo lavoro documentario riflette con obiettività ciò che ho visto in quel momento: problemi nazionali, economici, sociali, di aiuto reciproco, di solidarietà universale. Le Nazioni Unite aiutano le vittime del nostro mondo, una operazione essenziale per la nostra epoca. La stabilità globale è l’unico modo per uscire da una situazione di grande disparità sociale. Alcune persone soffrono la mancanza di infrastrutture, di risorse idriche e di molto altro, ed è per questo che ogni stato del mondo dovrebbe rispettare i propri impegni verso l’UNICEF a livello finanziario, morale ed economico.

Questo documento dovrebbe riflettere questo impegno, stampato in 4.000 copie.

Come si è svolta la produzione del libro?

Al ritorno dal Camerun ci sono state tre settimane di selezione delle immagini e di lavoro editoriale curato da Gang, una settimana all’Atelier Philippe Bretelle per la progettazione grafica e 11 giorni per la stampa e la finitura nella sede di Faenza Industrie Grafiche.

Questo progetto aveva un serio problema legato alle tempistiche, perché serviva da documento con cui andare a proporre alla commissione europea una serie di aiuti per il Camerun. Il rappresentante dell’UNICEF, Felicity Tchibindat, si è presentata l’8 Maggio 2014 con questo libro nelle sedi dell’Unione Europea, a Bruxelles, e ha presentato il volume a più di 1.000 membri rappresentanti dell’Unione Europea, distribuendone 450 copie. Oggi, “Advocacy for woman and children of Camerun” è il portavoce di tutti i bambini e le donne in difficoltà della grande nazione africana.

Perché hai scelto questo team di lavoro?

La scelta di Gang Editions è stata obbligatoria visto che rappresenta..me stesso! Di Philippe Bretelle amo il lavoro, è un bravo designer, un uomo di talento e inoltre è il mio vicino di casa: ci metto 5 minuti per raggiungere il suo studio, a piedi. Una scelta praticamente obbligata, oltre che comoda.

9 anni di amicizia con Di Pasquale Ficcio e 5 anni di lavoro con Faenza Industrie Grafiche hanno reso scontata la scelta dell’azienda con cui stampare la nostra pubblicazione. Mi piace lavorare in Italia e soprattutto con gli italiani, hanno un modo egregio di capire il risultato finale che mi attendo dalla realizzazione.

DSC_3620

DSC_3621

DSC_3625

Nella foto, a sinistra, Eric Guglielmi, e a destra Pasquale Di Ficcio

Eric Pasquale

“Advocacy for Woman and Children in Camerun”: Faenza Industrie Grafiche stampa un volume per UNICEF was last modified: 7 luglio 2014 by Matteo Rubboli