was successfully added to your cart.

Crowdsourcing: la condivisione alla base dello sviluppo

crowd42

La crescita intesa come sviluppo e innovazione richiede un equilibrato utilizzo di fonti interne ed esterne all’ambito aziendale.

Le tecnologie subentrate negli ultimi anni ci hanno fornito la straordinaria opportunità di entrare in contatto con realtà fino a poco tempo fa difficilmente avvicinabili, esaltando la condivisione e l’espressione di idee sul web. Emerge quindi sempre più di frequente un modello di business conosciuto come crowdsourcing, nel quale le imprese chiedono un contributo attivo alla rete affidando lo sviluppo di un progetto a un insieme indefinito di utenti.

Questa soluzione applicata al marketing mira spesso al coinvolgimento del consumatore nei progetti aziendali e pone la “community” come fondamenta di un processo di ottimizzazione dei servizi. Numerose aziende hanno creduto nel crowdsourcing: ne è un recente esempio “Carrefour”, che attraverso un “formato open” ha permesso ai consumatori di condividere concetti e idee finalizzate al perfezionamento e potenziamento dell’esperienza di acquisto.

Diventa quindi di fondamentale importanza avere una solida presenza sul web. Social network, siti web, forum e blog si confermano gli strumenti necessari per contribuire a uno sviluppo innovativo in un futuro condiviso.

 

 

 

 

 

Crowdsourcing: la condivisione alla base dello sviluppo was last modified: 20 febbraio 2015 by Matteo Di Costanzo