was successfully added to your cart.

packaging sebastiano caridi alimentare Faenza IG

Partiamo dalla definizione generale: il packaging o imballaggio è definito come il prodotto, composto da materiali di varia natura, adibito a contenere, a proteggere e a consegnare determinate merci dal produttore al consumatore e ad assicurare la loro presentazione (articolo 218 del decreto legislativo 3 aprile 2006).

Semplificando, il packaging è l’involucro per imballare un determinato prodotto. Esistono tre grandi tipologie di packaging:

  1. primario (per la vendita),
  2. secondario (multiplo),
  3. terziario (per il trasporto).

Il packaging alimentare nello specifico, molto spesso chiamato imballaggio o confezionamento alimentare, è il processo con il quale viene applicata una protezione agli alimenti, che permette ai prodotti di non essere influenzati dall’ambiente esterno, e quindi, di mantenere le proprietà del prodotto fresco.

Finalità e requisiti dell’imballaggio alimentare

La finalità del confezionamento alimentare è quello di mantenere il prodotto più integro e conservato possibile durante tutte le fasi del processo che portano dall’imballaggio al consumo del prodotto stesso.

Il packaging deve essere quindi in grado di:

– contenere il prodotto

– conservarlo in maniera ottimale per il tempo che intercorre tra il confezionamento, la commercializzazione e il consumo

– presentare il prodotto idoneamente durante la commercializzazione e veicolare informazioni utili e informazioni di legge ai consumatori

– avere un allestimento in grado di permettere il trasporto senza danneggiare o alterare il prodotto.

Inoltre i packaging o imballaggi alimentari devono essere realizzati con materiali specifici, atossici, in grado di minimizzare il deterioramento del prodotto anche in condizioni ambientali avverse e non rilasciare sostanze tossiche o nocive.

Ad oggi i materiali da confezionamento più diffusi sono il metallo, il vetro, la carta e il cartone, seguiti da vari materiali plastici. Faenza Group da oltre quarant’anni è leader in Italia e nel Mondo nella realizzazione di packaging alimentare composto da cartone teso.

Packaging alimentare personalizzato

Faenza Group grazie alla sua lunga esperienza maturata in oltre 40 anni di lavoro è in grado di dare servizi personalizzati nella realizzazione del tuo packaging alimentare, con l’obiettivo ultimo della vendita del prodotto confezionato. I nostri tecnici commerciali ti seguiranno passo dopo passo nella realizzazione del confezionamento “sartoriale” del tuo prodotto. L’obiettivo sarà realizzazione un imballaggio che si adatta alle caratteristiche del contenuto, creando così la possibilità di ottimizzare tutto il processo di produzione. Faenza Group sa che come azienda di packaging deve incidere sul beneficio economico e soprattutto sui risultati per l’utente finale.

Packaging alimentare e ambiente

Da tanti anni si parla di ambiente e riciclo, anche nel settore del packaging sono tematiche di primo piano, il cosiddetto packaging green è in grado di inquinare il meno possibile non solo gli alimenti, ma anche l’ambiente, dopo il consumo. Faenza Group ha scelto questa strada tanti anni fa per questo tende a realizzare gli imballaggi con prodotti di facile riciclaggio. Le confezioni sono realizzate con materiali proveniente da fonti rinnovabili e prodotti con tecnologie “pulite” e che rispettano l’ambiente.

Nel 2013 sono stato prodotti 4 milioni di tonnellate di imballi alimentari a base di cellulosa, e ogni cittadino ne ha consumati circa 68 kg. Da questi numeri si capisce quanto sia importante il riciclaggio dei materiali di confezionamento.

Ad oggi, sempre più persone e aziende adottano questa politica ambientale, preferendo confezionamenti in cartoncino teso o ondulato, rispetto alla plastica, più nociva e meno riutilizzabile. Secondo sondaggi, solamente il 32% sceglie di utilizzare la plastica.

Richiedi una consulenza gratuita

Cos’è il packaging alimentare was last modified: 15 luglio 2019 by Amministrazione