was successfully added to your cart.

Fulgor in Signis (inganni di senso), il catalogo della mostra di Beatrice M. Serpieri realizzato da Faenza Industrie Grafiche

IMG-20160406-WA0003

Fulgor in Signis è il compendio di tre grandi progetti-studio della fotografa di fama internazionale Beatrice M. Serpieri.
Faenza Industrie Grafiche ha realizzato il catalogo (1500 esemplari) dell’omonima mostra, curata da Jadranka Bentini e Antonio D’Amico. La mostra è stata inaugurata il 7 aprile 2016 nei locali della Must Gallery e della Axion Swiss Bank S.A di Lugano.

Il Catalogo comprende i tre progetti CANOVA, A.WILDT e DE CORPORIS FABRICA. Uno studio intorno all’arte scultorea della lunga tradizione italiana, che apre a future e più ardue prospettive artistiche.

beatrice m. serpieri

I lavori di Beatrice M. Serpieri sono raccolti in molteplici collezioni private, esposti in numerosi Musei Civici d’Arte Antica, tra cui i Musei Schifanoia e Riminaldi di Ferrara, il Museo Civico A. Canova di Bassano del Grappa e Pinacoteche d’Arte Contemporanea; inoltre vanta una vasta bibliografia di cataloghi d’arte, preziosi libri d’artista, riviste del settore, periodici e quotidiani.

Hanno detto di lei: Franco Basile, Jadranka Bentini, Beatrice Buscaroli, Graziano Campanini, Vittoria Coen, Lanfranco Colombo, Victoria Combalìa, Philippe Daverio, Walter Guadagnini, Paola Barbara Sega, solo per citarne alcuni.

Attualmente vive a Bologna.

Fulgor in Signis (inganni di senso), il catalogo della mostra di Beatrice M. Serpieri realizzato da Faenza Industrie Grafiche was last modified: 26 aprile 2016 by Amministrazione