was successfully added to your cart.

Il consumo d’informazione premia il web: 16 milioni di italiani leggono online

consumo-informazione-online

Le abitudini del consumo di informazioni sono radicalmente cambiate, in Italia, grazie alla diffusione di smartphone e tablet. La quantità di applicazioni disponibili per dispositivi smart, la qualità sempre maggiore degli aggregatori e la velocità con cui si ha accesso alle notizie ha fatto sì che tantissime persone siano ormai abituate a leggere e informarsi mediante un dispositivo elettronico. Internet, il mezzo che consente la diffusione di questo stile di consumo, ha reso possibile questa enorme diffusione, e le nuove tecnologie di connessione come il 4G o LTE permetteranno un sempre maggior uso del mezzo. Quanti sono gli utenti totali che si informano con il proprio smartphone? A questa domanda risponde uno studio di Banzai Media e Human Highway, che indica in 6 milioni di individui il numero di fruitori di notizie via App. I lettori di quotidiani online e via App raggiungono un numero impressionante, 14 milioni di individui, e che costituiscono il 48,7 % del totale degli utenti internet maggiorenni.     Lettori-quotidiani

Il numero di persone che si informa è sensibilmente aumentato nel corso degli anni, passando da 13 milioni di persone nel 2009 sino ai 16 milioni del 2014. L’effetto della rivoluzione digitale, sopratutto legata ai dispositivi mobili, ha fatto aumentare del 20% gli italiani che leggono abitualmente quotidiani o notizie riprese da giornali. Numero persone che si informano E la carta, come se la passa? Il numero di lettori di quotidiani cartacei si mantiene sostanzialmente stabile, con il 19,9 % degli utenti internet che dichiara di leggere il giornale di carta, ma che sta progressivamente diminuendo in appeal in favore della fruizione in mobilità dei contenuti. Disporre di notizie aggiornate ora per ora è un vantaggio non indifferente che cambia di molto la funzionalità dell’informazione. Digital VS Cartacei

L’informazione gratuita fa la parte del leone fra i quotidiani (non potrebbe essere diversamente), ma contrariamente a quanto si possa pensare anche gli abbonamenti a pagamento ai quotidiani hanno un pubblico consistente, composto da quasi 1,2 milioni di persone. I motivi per cui vengono preferiti i quotidiani digitali a pagamento o gratuiti sono ben spiegati dal riassunto dell’immagine sottostante

: Vantaggi-abbonamenti

Fra i quotidiani che sono riusciti a cavalcare la rivoluzione digitale il Sole 24 ore è quello che può esser definito come il miglior caso di successo italiano, come spiegato ampiamente in questa analisi approfondita di Maggio, ed è la testata che è riuscita a far combaciare al meglio le esigenze di rinnovamento con la necessità di continuare a vendere il prodotto cartaceo, che ha addirittura registrato un aumento di vendite trainato dalla forza del digitale.

Abbonamenti-digitali

Per l’informazione gratuita il principale generatore di traffico (e quindi di guadagni pubblicitari) è costituito dai social, i quali vengono sempre più curati e nei quali si investe sempre maggior denaro. Il numero di condivisioni sui tre principali Social Media in Italia, Facebook, Google Plus e Twitter, è aumentato del 400% dal 2011, passando da 100.000 a quasi 400.000 al giorno nel 2014. Ogni condivisione vale 4,4 visite al sito, le quali vengono poi monetizzate dai grandi editori sotto forma di introiti pubblicitari. I siti di informazione sono ormai definitivamente legati ai social media per generare traffico (emblematico il caso di Fanpage.it) e non possono fare a meno di dedicare ingenti risorse nella sponsorizzazione delle proprie informazioni. Le principali testate che raggiungono il maggior numero di condivisioni sono evidenziate nel grafico sottostante:

Condivisioni-Social

Per il rapporto completo di Banzai, queste le slide informative:

Le opportunità per gli editori

Se il modello di business legato alla carta è stato, per decenni, l’unico utilizzato da tantissimi editori, italiani e non, oggi le possibilità offerte dal mondo digitale sono innumerevoli, e possono solo aumentare con l’evoluzione della tecnologia. Digital publishing, chioschi di riviste e Realtà aumentata sono solo alcune fra queste, che devono essere colte al volo per entrare, da subito, nel mondo del futuro.

Per informazioni sui vantaggi e sulle opportunità offerte dalla digitalizzazione dei contenuti, compila il modulo sottostante, gli esperti digital di Faenza Group sono a tua disposizione!

Il consumo d’informazione premia il web: 16 milioni di italiani leggono online was last modified: 15 settembre 2014 by Matteo Rubboli