was successfully added to your cart.

Instagram: nuovi dati sull’advertising online

instagram

Instagram sarà presto un grande veicolo di pubblicità: pulsanti di risposta diretta, un’interfaccia API per l’acquisto di annunci “stile Facebook” e capacità di targeting, daranno agli inserzionisti nuovi modi di acquistare e porteranno ad un rapido aumento della spesa pubblicitaria, sul numero uno dei social network fotografici.

Secondo le previsioni, Instagram avrà quasi 600 milioni di dollari di ricavi pubblicitari di quest’anno, salendo a 2,81 miliardi di dollari nel 2017.

192671L’interesse dei marketers per Instagram è stato alimentato da studi che dimostrano un elevato impegno sia con il marketing organico che con gli annunci a pagamento; ma non è certo che si abbia lo stesso effetto quando più marketers e diversi altri annunci entreranno nel sistema.

Dal punto di vista biologico, un fattore che ha portato ad un alto brand-engagement è il fatto che gli utenti di Instagram hanno il potenziale di vedere ogni singolo post dei profili che seguono (a condizione che abbiano effettuato il login regolarmente).
Questo porta automaticamente ad una maggiore visibilità dei contenuti. Al contrario, l’algoritmo di Facebook riduce la probabilità di persone che vedano post organici dei brands.

Ad esempio, l’azienda di arredamento per la casa Dot & Bo vede un numero simile di “piace” sui suoi messaggi organici sulla sua pagina Instagram che quella di Facebook, anche se ha solo 8.800 seguaci su Instagram contro i 620.000 su Facebook, ha detto Allyson Campa, vice presidente del marketing della società. Allo stesso modo, un portavoce Mini USA ha dichiarato nel giugno 2015 che più del 20% dei followers della casa automobilistica su Instagram in genere interagisce con i loro contenuti postati. Una performance di marca di gran lunga migliore di quello che si nota su Facebook.

Shareablee, una società di analisi sociale, ha rilevato che le azioni di consumo (come aggiunta ai preferiti e commenti) per le pagine di brands USA su Instagram sono raddoppiate nel 1° trimestre 2015.
In confronto, le stesse azioni sono aumentate del 32% su Twitter e il 27% su Facebook.

“L’engagement organico su un determinato post su Instagram ha fatto passi da gigante rispetto alla sua controparte su Facebook, su Twitter o su Pinterest”, ha detto Victor Pineiro, vice presidente dei social media in agenzia digitale Big Spaceship. “Le ragioni per le quali si ottengono numeri così alti è che gli utenti vedono ogni contenuto al quale si sono sottoscritti, ed è veramente facile da mettere il proprio “like” a qualcosa.

Oltre a mostrare un forte engagement organico, l’engagement pubblicitario si è anche dimostrato particolarmente alto, almeno secondo diversi casi di studio pubblicati da Instagram stessa. In un post di giugno 2015, Instagram ha citato alcuni esempi di inserzionisti in Canada raggiungendo un’ ascesa di brand di 14-45 punti.

“Se si pensa ad richiamo sulla piattaforma, è quasi tre volte quello che si vedrebbe in tutto il settore, in generale,” ha dichiarato Jim Squires, direttore di Instagram delle operazioni di mercato.

In questo genere di metriche rimanere ad alti livelli dipenderà da come la società gestisce il rollout pubblicitario e da come i marketers compiranno i loro passi. Finora, l’approccio lento e attento di Instagram ha coltivato un’esperienza positiva per entrambi aziende e utenti finali. L’introduzione di molta più pubblicità, in particolare degli annunci che sembrano fuori luogo nell’ambiente Instagram, potrebbe irritare gli utenti e portarli a cali di utilizzo.

Instagram: nuovi dati sull’advertising online was last modified: 12 agosto 2015 by Emanuele Pagani