was successfully added to your cart.

Per l’86% degli italiani la comunicazione è la chiave di volta per uscire dalla crisi

Communication

Parole chiave e comunicazione istituzionale attraverso i mass media” è il titolo di un sondaggio condotto dal prestigioso Istituto Piepoli sull’apporto che la comunicazione è in grado di dare per consentire al paese di uscire dalla crisi. Il sondaggio ha coinvolto un campione di 500 cittadini italiani, i quali hanno espresso come la comunicazione sia, per loro, una delle chiavi di volta per invertire il trend negativo della nostra economia. Fra questi sono addirittura l’86% a credere che la comunicazione rappresenti una scelta chiave (molto, abbastanza) per consentire all’Italia di tornare a navigare fra le sicure acque della sicurezza economica. Il punto di partenza dal quale sviluppare la ripresa sembra essere quello della pubblica amministrazione, che dovrebbe beneficiare di una strategia maggiormente efficace per comunicare i propri servizi e attività per l’89% degli intervistati.

I canali di comunicazione

La comunicazione multicanale, baluardo sul quale Faenza Group sta investendo moltissimo sia in risorse interne sia in promozione esterna, sembra aver ormai colpito il cuore anche del cittadino medio, che si aspetta di ricevere informazioni da televisione, web, radio e stampa. La televisione continua a rimanere il vero mezzo di comunicazione mainstream, con una preferenza del 63%, ma è in netto calo rispetto al 2013, di ben 8 punti percentuali. Il web, in seconda piazza, ha raggiunto quasi la percentuale del tubo catodico, attestandosi al 49% delle preferenze, grazie sopratutto alla comunicazione mediante i social media e i blog o magazine online. In terza piazza gli eventi e incontri sul territorio, al 23%, mentre in quarta troviamo la stampa, al 18%, con la radio che è ormai crollata al 14%. Ultima piazza per le mail, ormai ritenute importanti solo dall’11% delle persone.

I valori

Canali e comunicazione sono chiari, ma i valori da trasmettere quali sono? Il sistema di mobilità in Italia ottiene il 54% delle preferenze, mentre quello del turismo il 32%. Solo in terza piazza troviamo l’innovazione, che era un elemento primario durante il 2012 e 2013, mentre in ultimo luogo gli italiani punterebbero su design e made in Italy, forse interpretando in modo non futuristico le tendenze dell’economia mondiale.

Le parole chiave

All’interno di questo sondaggio è stato anche chiesto quali parole chiave saranno cruciali per il futuro della comunicazione italiana, e la maggior parte degli intervistati, il 36%, ha individuato nella parola Lavoro quella principale. In seconda piazza la parola Crisi, al 20%, mentre Investimenti, Comunicazione e Tecnologia giungono rispettivamente terza, quarta e quinta.

E su Google cosa cercano gli italiani?

Il sondaggio ha ben individuato le tendenze per il 2014/2015, e su Google la parola maggiormente ricercata è lavoro, che svetta sopra la parola comunicazione, crisi, tecnologia e investimenti. Comunicare utilizzando i giusti termini e rivolgendosi al proprio target è la possibilità che offrono i nuovi media ai professionisti della comunicazione come Faenza Group.

Schermata 2014-04-16 alle 17.55.17

Per l’86% degli italiani la comunicazione è la chiave di volta per uscire dalla crisi was last modified: 9 luglio 2014 by Matteo Rubboli