was successfully added to your cart.

The Decline of Mall Civilization, il libro che ha ispirato la serie tv Stranger Things

Rumur-Galinski-book-decline-mall-civilization

Il progetto del libro “The Decline of Mall Civilization” di Michael Galinsky nasce un po’ per caso nel 2010 quando l’autore ha preso in prestito uno scanner da un amico per digitalizzare alcuni suoi negativi mai sviluppati e si è imbattuto in vecchie foto che catturavano la vita all’interno dei centri commerciali, una cultura del consumo che oggi è stata decimata da Internet e dagli ecommerce.

Messe subito online queste foto hanno riscosso un grande successo e così Michael Galinsky ha realizzato il suo primo libro “Malls Across America” che ha avuto un ottimo successo di pubblico. All’inizio del 2019 è iniziato il progetto “The Decline of Mall Civilization” con la pubblicazione del libro sul portale di crowdfunding internazionale Kickstarter che ha battuto ogni previsione di raccolta fondi.

L’autore, negli anni novanta, con un forte background di studi antropologici e sociologici, ha raccontato la complessità del centro commerciale, considerandolo come una sorta di piazza pubblica privatizzata e concentrandosi sulle persone e su come interagivano tra loro e con lo spazio. Un’analisi fotografica che per certi versi ha anticipato il best seller sociologico di Marc Augé: “Nonluoghi”.

Tra Detroit, Chicago e il South Dakota ha visitato, fotografato e raccontato quindici centri commerciali. In questo libro si può ripercorrere l’epopea della “mall culture” che ha dominato negli anni ’80 e ’90 nell’America di Ronald Reagan. Con l’ascesa di internet, i negozi e i centri commerciali sono diventati molto spesso città fantasma. Vedere queste immagini ora non è solo un ricordo delle cose passate, ma una storia ammonitrice raccontata in immagini sorprendenti e oneste di un passato che non ritornerà.

Quando il libro “The Decline of Mall Civilization” è stato pubblicato in anteprima sulla piattaforma di crowdfunding, tantissime persone hanno riconosciuto delle somiglianze tra le scenografie della terza stagione della serie TV di successo Stranger Things e le foto realizzate da Michael Galinsky. Il motivo è presto detto: gli autori della serie TV, i fratelli Duffer, sono cresciuti a Durham, nella Carolina del Nord, vicino a tre dei centri commerciali fotografati da Michael negli anni ’80, quindi molto probabilmente hanno vissuto gli stessi centri commerciali nel medesimo periodo.

La maggior parte di queste immagini che il pubblico ha riconosciuto provengono da South Square, Northgate e University Mall, probabilmente i tre centri commerciali che i fratelli Duffer frequentavano da bambini. Questo episodio singolare ha contribuito al grande successo del libro e della raccolta di crowdfunding effettuata su Kickstarter. Il noto sito americano di notizie e intrattenimento Buzzfeed.com ha anche realizzato una serie di articoli in merito: https://www.buzzfeed.com/mjs538/i-think-we-found-the-malls-that-this-season-of-st

Michael Galinsky, autore ed editore del libro ha scelto Faenza Group per realizzare il suo secondo libro, si tratta infatti di uno dei primi lavori gestiti dalla nuova sede di New York dell’azienda.

Un libro cartonato di prestigio con il dorso in uv serigrafico lucido con una lamina nera impressa a caldo. Nel piatto superiore o prima di copertina l’immagine è inserita come bassorilievo, come il nome dell’autore. Il titolo è stampato sempre con lamina a caldo. Un prodotto finale impreziosito anche dalla scelta della carta della copertina una Wibalin Buckram, resistente e durevole, certificata FSC e completamente riciclabile.

Un prodotto finito elegante e piacevole che sta già andando a ruba nel mercato americano. Acquista il libro in anteprima nel nostro ecommerce, clicca qui.

Richiedi una consulenza gratuita

The Decline of Mall Civilization, il libro che ha ispirato la serie tv Stranger Things was last modified: 25 ottobre 2019 by Amministrazione